ESSENZA

2016

Ogni sezione d’albero è la fotografia del suo diario, nel quale egli ha annotato diligentemente, dalla nascita alla morte, i piccoli e grandi cambiamenti affrontati. In questa luce, ascoltare ciò che i legni raccontano è molto simile all’esercizio che si fa per comprendere le altre persone e sé stessi. Gli alberi, attraverso le loro asimmetrie, i loro traumi, le loro malattie, i loro vuoti e i loro pieni, diventano metafore per descrivere ciò che sta dentro di noi.

Il lavoro è stato realizzato grazie alla disponibilità dell’Università di Padova e dell’archivio di legni di San Vito di Cadore.